Apple TV si rinnova: tvOS, è quasi una console

Apple TV si rinnova: tvOS, è quasi una console, ha Siri e un telecomando-gamepad touch

Importanti rinnovamenti per Apple TV: siamo di fronte a un prodotto con un sistema operativo tutto nuovo, tvOS, Siri, un telecomando che può fare da gamepad, app e altro ancora.

Apple TV

La serata nel nome di Apple, oltre ad annunciare nuovi iPhone e iPad Pro, ha offerto grandi novità anche per quanto riguarda Apple TV, il set top box guardato fino ad oggi più che altro con curiosità, almeno nel nostro paese. La nuova versione messa in mostra sul palco di San Francisco è apparsa subito come un prodotto giunto alla sua maturità, con funzionalità molto interessanti oltre a vantare hardware e software completamente rinnovati.

Partiamo dall’hardware: sotto la scocca (molto simile alla precedente, solo un po’ più spessa) troviamo Apple A8, quello visto sugli iPhone 6, mentre le connessioni sono di tipo Wi-Fi 801.11ac, ethernet, HDMI e Bluetooth. Sparisce l’uscita ottica audio, ma stiamo parlando comunque delle cose meno importanti nel complesso. Un primo vero passo avanti, notevole, lo si trova nel telecomando-controller, che integra un touchpad e un microfono per interagire con l’assistente Siri. Lo stesso controller guadagna anche accelerometro e giroscopio, che gli permettono di essere utilizzato anche come game controller, e sarà ricaricabile attraverso la porta Lightning (l’autonomia dichiarata è di tre mesi).

Apple TV si rinnova soprattutto nel software grazie all’adozione di tvOS, un vero e proprio ecosistema tutto nuovo aperto agli sviluppatori già da oggi, e saranno in molti a sviluppare app per questo dispositivo. Sì, perché Apple TV è ora pronto per installare app come tutti gli altri prodotti Apple, aprendosi di fatto a un universo di potenzialità. Nel corso della presentazione è stato sottolineato come la TV costituisca il fulcro dell’intrattenimento domestico, ma che la rete ha saputo portare moltissime novità in grado di ampliare il concetto stesso di intrattenimento.

Apple TV si pone come una sorta di aggregazione di tutto ciò; con l’avvento delle app è decisamente riduttivo parlare di set top box per guardare la TV, in quanto Apple ha posto molto l’accento anche sui videogiochi, per quanto non evoluti come quelli delle moderne console. Il casual gamer però, così come i bambini, potranno divertirsi parecchio utilizzando il controller come gamepad. Non solo: il sistema è pensato anche per la modalità multiplayer, con tutti gli iPhone e gli iPod in grado di dialogare con Apple TV nelle veci di controller aggiuntivi. Mostrati sul palco alcuni giochi in esclusiva per Apple TV, ma si è parlato anche di Disney Infinity e ne sono attesi molti altri nel corso dei prossimi mesi.

Tornando all’esperienza TV  sono numerose le novità introdotte da tvOS fra cui un’interfaccia più pulita, copertine animate e soprattutto comandi ad hoc per la visione di contenuti video attraverso Siri. Un esempio viene dal comando vocale “cosa ha detto?” (quando ci siamo persi la battuta di un film, sarà capitato a tutti); Siri sarà in grado di captare le nostre frasi e portare indietro il programma di 15 secondi. Ovvio, è solo un esempio ed è stata mostrata la versione anglofona, ma è lecito attendersi il porting delle frasi più usate anche nel nostro idioma.

Apple TV 2

“Hey Siri” darà accesso ad una funzione di ricerca che potrà essere per titolo, attori, generi e altro ancora, anche in servizi come Netflix e simili. La nuova versione di Apple TV arriverà in ottobre; i prezzi comunicati per il mercato USA sono di 149,00 Dollari per la versione con 32GB di memoria, che salgono a 199,00 Dollari per quella da 64GB.

 

 

(Visited 133 times, 1 visits today)

Leggi Anche:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi