Strassell Guitars

Strassell Guitars, cambiare i pickup al volo grazie alla stampa 3D

Strassell Guitars

Un progetto interessante quello di Andrew Strassell, che ha avviato un progetto in crowfounding per realizzare una chitarra con pickup intercambiabili anche “al volo”, coadiuvato dalla realizzazione della componentistica a mezzo stampa 3D.

Se si pensa al mondo delle chitarre i nomi che vengono in mente sono i soliti Fender, Gibson, Ibanez e via dicendo. Fatta eccezione per alcuni modelli, la quasi totalità delle chitarre vendute è fondamentalmente aderente ai progetti originali che hanno ben oltre 50 anni sulle spalle, dal punto di vista tecnologico. Legni di vario tipo, pickup a singolo o doppio avvolgimento, circuiteria del tutto simile a quella degli anni ’60.

Insomma, a livello di innovazione vera, tranne appunto qualche modello qua e là, non si sono fatti grandi passi avanti. Il discorso è complesso e si slega da tutte le considerazioni riguardanti il fascino che questo o quel modello può esercitare: ci limitiamo insomma al puro e semplice aspetto tecnologico. Sono molti i chitarristi che hanno ben più di una chitarra, spesso perché a modelli differenti corrispondono suoni di base differenti.

Partendo da questa considerazione Andrew Strassell, liutaio e chitarrista, ha pensato di avviare un progetto per innovare un settore che ristagna da decenni, realizzando interessanti prototipi di chitarra a cui possono essere sostituiti i pickup, semplicemente sfilandoli da dietro la cassa. Un’idea semplice, ma che non ci risulta avere precedenti nella lunga storia delle chitarre elettriche. Di seguito un video in cui Andrew Strassell mostra uno dei suoi prototipi (alert: è molto più bravo nelle vesti del liutaio che del chitarrista).

Pur nella consapevolezza che il pickup da solo non basta a forgiare e definire il suono di questo o quel modello storico, è evidente come risulti possibile cambiare l’anima al suono del proprio strumento disponendo di fatto di “cartucce” che integrano pickup molto diversi fra loro, come i single coil Fender o altri di tipo humbucker, P90 o quel che si vuole. Il progetto prevede la realizzazione delle cartucce attraverso stampa 3D di una certa accuratezza, motivo per cui Andrew Strassell va alla ricerca di fondi (50.000 Dollari USA) attraverso Indiegogo.

La stampa 3D, insomma, viene presa in considerazione come alternativa più economica rispetto a processi produttivi ben più costosi (specie in fase di progettazione), soprattutto nell’ottica di realizzare un numero limitato di pezzi, almeno inizialmente.

 

(Visited 133 times, 1 visits today)

Leggi Anche:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi