Apple, in Germania perde la causa sul brevetto swipe to unlock

Condividi su
  • 1
    Share

Apple, in Germania perde la causa sul brevetto swipe to unlock

La causa che contrappone Motorola Mobility, ora di Lenovo, ad Apple si conclude con un nulla di fatto per quest’ultima: la corte tedesca ha dichiarato che l’Europa non riconosce la brevettabilità dello swipe to unlock, essendo troppo basso il grado di sofisticazion.

apple

Stando ad una notizia riportata da Macnn, Apple sarebbe uscita sconfitta da una delle numerose cause legali in cui è coinvolta in diverse sedi, portate avanti per difendere questa o quella tecnologia da utilizzi ritenuti illeciti da parte della concorrenza. Proprio ieri il tribunale tedesco si è espresso, confermando una precedente sentenza del tutto simile, sull’insostenibilità delle richieste di apple  in tema di swipe to unlock.

Alla base del tutto c’è il diritto Europeo che non concede e in un certo senso non riconosce brevetti software a meno di una novità di peso o di una soluzione tecnica ad un problema pratico di una certa sostanza. Insomma, si va verso il non riconoscimento di tutti quei brevetti, soprattutto USA e non certo solo di Apple, legati ad ogni minima cosa come può essere lo scorrimento del dito per sbloccare il telefono. Lo swipe to unlock quindi non dispone per l’Europa di un livello di sofisticazione tale da giustificare un brevetto.

Ad uscire vincitrice dalla contesa è Motorola Mobility, ora di Lenovo, sebbene in origine a suo fianco ci fosse anche Samsung, che ha abbandonato la causa per concentrare l’attenzione su altre problematiche sempre legali in altre sedi. Difficilmente Apple ora impugnerà la sentenza, anche perché la mossa Europea non permette grandi margini di manovra. Alcuni analisti si dicono convinti che la scena potrebbe ripetersi anche in territorio USA, dove sono ancora pendenti cause analoghe sullo stesso tema.

Il tema riporta alla ribalta i dibattiti sui brevetti facili, così come la grande differenza che può esistere fra un continente e l’altro in tema di tutela della proprietà intellettuale. Apple non ha rilasciato alcuna dichiarazione in merito.

 

 


Condividi su
  • 1
    Share
Queste pagine web non rappresentano una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.Tutti i diritti di proprietà ed i Copyrights anche se non espressamente specificati, vengono riconosciuti ai legittimi proprietari.Le foto e il materiale riprodotto in queste pagine provengono in prevalenza da internet e sono pertanto ritenute di dominio pubblico. Gli autori delle immagini o i soggetti coinvolti posso in ogni momento chiedere la rimozione, scrivendo a uno degli indirizzi di posta elettronica. Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all’art. 1, comma III della L. n. 62 del 7.03.2001. © Tutti i testi sono di proprietà e il copyright dei rispettivi proprietari.Tutti i marchi, le copertine, le foto, i testi presenti in questo sito appartengono ai rispettivi proprietari. La Legge n. 159 del 22 maggio 1993 ne consente l'uso solo per attività didattica, di studio e di ricerca. NonSoloMusicaeRicette offre post e/o informazioni generiche basate sulla libertà di parola e di pensiero. Tutti i post che si ritengono lesivi verso persone o cose dopo una comunicazione verranno subito rimossi.