L’antica Festa di Samhain

Condividi su
  • 6
    Shares

4I falò hanno sempre avuto un ruolo importante in questa festa. Nei villaggi si spegneva ogni focolare, per evitare che gli spiriti maligni soggiornassero nel villaggio. Il rito principale della festa consisteva nello spegnere il Fuoco Sacro situato a Tlachtga, vicino alla reale Collina di Tara, e riaccendere il Nuovo Fuoco il mattino seguente. Questo simbolizzava l’arrivo del Nuovo Anno (Samhain è infatti conosciuto anche come Capodanno celtico). Quando il mattino giungeva, i Druidi portavano le ceneri ardenti del falò sacro presso ogni famiglia, che provvedeva a riaccendere il focolare domestico. In Irlanda, il piatto tipico di Samhain è il cosiddetto “colcannon” (che vuol dire “cavolo chiazzato”): è una ricetta fatta con purè di patate, cavolo tritato e cipolla, servito caldo con molto burro. Solitamente al suo interno si nascondeva una moneta: il fortunato che la trovava nella sua fetta, avrebbe avuto prosperità per l’anno che doveva iniziare. Come altre feste celtiche, anche quella di Samhain passò nella cultura cristiana, dopo che i romani sottomisero i Celti. Divenne però chiaro alla Chiesa che i Celti, nonostante la loro apparente sottomissione alla cultura cristiana, continuavano ad aderire testardamente ad alcuni elementi del loro vecchio credo. Cosi’, all’incirca nel settimo secolo A.C., la Chiesa spostò il giorno di Ognissanti, una festa che onorava il martirio dei primi cristiani, da maggio al primo novembre, in modo da unirla agli antichi rituali druidici del 31 ottobre. Da allora in questa giornata si onorarono tutti i morti, non solo i primi santi cristiani, rinforzando così l’associazione con le celebrazioni celtiche. Con il passare del tempo, gli antichi spiriti di Samhain, che una volta venivano ritenuti selvaggi e potenti, assunsero un connotato nettamente diabolico e malvagio. La chiesa affermava infatti che gli dei e tutti gli altri esseri soprannaturali delle religioni antiche costituissero delle manifestazioni del diavolo, volte a condurre l’uomo verso l’adorazione di falsi idoli. Così cominciarono ad apparire rappresentazioni di fantasmi, scheletri, streghe e di altre creature maligne.

Condividi su
  • 6
    Shares
Queste pagine web non rappresentano una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.