Home / Tecnologia / Nighthawk AC 1900 Netgear

Nighthawk AC 1900 Netgear

Condividi su

Nighthawk AC 1900 Netgear

Un router datato non solo non può offrire prestazioni al top, ma è anche meno sicuro di ricezione Wi-Fi, per esempio gli smartphone e i tablet, ma anche tutti gli elettrodomestici smart, televisori compresi. Di ultima generazione Per giocare, per lo streaming e le alte prestazioni, il Nighthawk AC 1900 di Netgear può essere nostro a circa 140,00 €.

Ethernet e Wi-Fi
Se il collegamento di un computer al router via Ethernet è del tutto sicuro, poiché basato su una connessione diretta via cavo, così non è per il segnale Wi-Fi, al quale tecnicamente, chiunque potrebbe avere accesso. Per questa ragione sentiamo spesso parlare di strumenti di protezione come il WPA, o Wi-Fi Protected Access. Questo sistema protegge il segnale con una password, così soltanto chi ne è a conoscenza può accedervi. La sicurezza non è l’unico inconveniente, poiché ne esiste un secondo forse meno preoccupante, ma comunque da non sottovalutare: la portata del segnale. Il router, infatti, trasmette il suo segnale wireless per mezzo di onde radio e queste sono soggette a interferenze e molto sensibili alle ostruzioni. Per esempio, posizionando il dispositivo in soggiorno, potremmo avere delle difficoltà a collegarci a Internet con lo smartphone quando siamo in camera da letto. Muri spessi, strutture metalliche e distanze eccessive possono fare la differenza in termini di qualità del segnale al punto che in alcuni casi potrebbero essere necessari dei particolari dispositivi chiamati Ripetitori di segnale.

Velocità e frequenza
Lo sviluppo continuo della tecnologia ha migliorato in modo sensibile le prestazioni dei router, al punto che i vecchi modelli non sono più in grado non solo di fornire prestazioni adeguate, ma anche di garantire la sicurezza necessaria alla nostra rete domestica. Di base, i valori a cui prestare attenzione in un router sono la velocità di trasferimento e la banda di frequenza. Nel primo caso parliamo di Mbps, o Megabit per Secondo. Questo valore è definito dalla Classe del router. Per esempio, i router nell’or-mai superata Classe B possono trasmettere a un massimo di 11 Mbps, mentre i modelli più recenti possono arrivare anche a 1,3 Gbps, cioè 1331 Mbps. Per ciò che riguarda la banda di frequenza, è importante sapere che ne esistono due. La prima è quella classica a 2.4 Ghz. È di gran lunga la più usata e affidabile, ma anche quella maggiormente trafficata a causa dell’enorme numero di dispositivi che la usano. La seconda banda è invece la 5 Ghz, molto più fluida poiché meno sfruttata, ma con una portata del segnale inferiore.

Scelta del router
Se dobbiamo comprare il nostro primo router, o vogliamo sostituire quello vecchio, la scelta può non essere semplice, poiché l’offerta è davvero molto vasta. Come abbiamo visto poco fa, le caratteristiche più importanti sono la frequenza di banda e la velocità di trasmissione. Il discorso sulla banda è presto risolto, poiché i router moderni sono praticamente tutti del tipo Dual Band, quindi capaci di supportare entrambe le frequenze più diffuse. Per ciò che riguarda la velocità, invece, è importante assicurarci che il router supporti lo standard Wi-Fi più recente, che al momento è l’802.11ac. Questo standard è retrocompatibile, quindi niente paura: funzionerà con qualunque dispositivo Wi-Fi in nostro possesso, anche se solo quelli più recenti potranno sfruttare al massimo la velocità consentita. Se il nostro dispositivo è obsoleto ma vogliamo spendere poco, potrebbe avere senso puntare su un router con uno standard come l’802.11n e magari risparmiare qualcosa, anche se in prospettiva, sul lungo termine, non è una buona idea. Ricordiamo comunque che le velocità indicate dai vari produttori sulle confezioni dei router sono solo indicative e molto dipende, come abbiamo visto, dalla conformazione dell’ambiente in cui li usiamo. Se poi l’idea di configurare da soli il nostro nuovo router ci spaventa, possiamo tranquillizzarci. I router moderni, infatti, sono assai più semplici da usare e chiunque può affrontarne l’installazione con la certezza di non avere problemi


Condividi su

About max

Check Also

E’ Fitbit Ionic il nuovo smartwatch di Fitbit, assieme agli auricolari Flyer

Condividi suE’ Fitbit Ionic il nuovo smartwatch di Fitbit, assieme agli auricolari Flyer Fitbit annuncia …